TINA FIORENTINO

“Cercate ardentemente di scoprire a che cosa siete chiamati a fare, e poi mettetevi a farlo appassionatamente. Siate comunque sempre il meglio di qualsiasi cosa siate.” (Martin Luther King)

Son io pur sempre… aliunde

Mentre il caldo focolare raccoglie parole e polveri

in semicerchio

I versi si svolgono nelle sue ceneri

Dove certezze senza forma si ordinano impietose

Qualcuno grida  “ho vinto”….levando la mano pregna di vittoria

Dall’angolo, a triangolo, il gatto si raggomitola

Confusa la nebbia dietro i vetri,

dove, a guisa di diapason, parole e musica trovano la fuga.

E fuori

La notte sbiadita in perle liquide,

lenta e dolce squarcia le ultime luci

Mentre il caldo focolare raccoglie parole e polveri

in semicerchio

Altrove

Passa un amore,

fuori nella notte.

E guarda , curioso,

oltre la nebbia

Lacerando in silenzio sordo

la sua musica

inascoltata

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 21 agosto 2015 da in Racconti-Saggi-Poesie.